• sopralluogo, pianificazione e prelievo di campioni in situ (soggettivo, a griglia regolare, casuale semplice, stratificato, combinato, a cluster adattivo, composito);
  • preparazione del campione solido tramite setacciatura, essicamento, macinazione, omogeneizzazione;
  • misure di concentrazione di 226Ra, 228Ra, 40K (NORMS) e ricerca dei punti di rottura dell’equilibrio secolare nelle catene di 238U,232Th in reflui petroliferi (fanghi ed incrostazioni da estrazioni petrolifere e di gas naturale);
  • misure di concentrazione di 40K nella frazione potassica dei fertilizzanti e dei prodotti della catena di decadimento dell’238U nella frazione fosfatica;
  • misure di concentrazione di 226Ra, 228Ra, 40K (NORMS) in scarti di lavorazione dell’industria dei fertilizzanti;
  • misure di concentrazione di 226Ra, 228Ra, 40K (NORMS) in scarti di lavorazione di minerali, sabbie, terre rare, metalli e pigmenti a base di biossido di titanio;
  • misure di concentrazione di 226Ra, 228Ra, 40K (NORMS) in residui di bauxite o scarti dell’industria di raffinazione dell’allumina (fanghi rossi);
  • misure di concentrazione di 226Ra, 228Ra, 40K (NORMS) in waste water, sludge e cuttings prodotti dall’attività esplorativa nel campo geotermico;
  • misure di concentrazione di radionuclidi artificiali (137Cs, 134Cs, 131I, 60Co) in generi alimentari per uso umano (e.g. carne, pesce, molluschi, frutta, verdura, marmellate, funghi, cereali, latte, latticini);
  • misure di concentrazione di radionuclidi artificiali (137Cs, 134Cs, 131I, 60Co) in foraggi e mangimi;
  • misure di concentrazione di radionuclidi artificiali (137Cs, 134Cs, 131I, 60Co) e naturali (40K e prodotti delle catene di decadimento dell’ 238U e del 232Th) in campioni ambientali (terreno, sedimenti, sabbia, flora e fauna, acque marine e dolci, acque reflue) e profili di profondità di carotaggi;
  • identificazione di radionuclidi (123I, 125I, 131I, 99mTc, 111In, 67Ga, 201Tl) presenti nei rifiuti prodotti dalle attività di servizi di medicina nucleare;
  • misure di concentrazione di radionuclidi artificiali (137Cs, 134Cs, 131I, 60Co) e 226Ra, 228Ra, 40K (NORMS) in ceneri leggere e pesanti (generate ad esempio dalla combustione del pellet, legna, carbone);
  • misure di radionuclidi naturali (40K e prodotti delle catene di decadimento dell’ 238U e del 232Th) e in particolare dei rapporti 232Th/238U, 226Ra/40K e 228Ra/40K su campioni di roccia e suoli per studi di carattere geofisico e per la ricerca mineraria.

Per maggiori informazioni: radio@geoexplorer.cgtgroup.org